Il Video Hard di Shakira e Pique

Shakira Pique video hard

Le prove evidenti della passione tra Shakira e Pique le avevamo già avute in occasione di un incontro tra i due lui non si era contenuto mettendo in mostra un rigonfiamento nelle parti basse. Ora gira voce che ci sia in circolazione un video hard in cui la cantante fa del sesso orale con il calciatore. Il sex tape, secondo Tv Notas, sarebbe nelle mani di una dipendente di Shakira che la ricatta chiedendo soldi per non diffondere le immagini.

Shakira Pique video hard

Shakira non è nuova a questi scandali. Già si parlava di video a luci rosse con un suo ex fidanzato Antonio de la Rua e poi ancora con il cantante spagnolo Alejandro Sanz, ma le immagini scabrose non sono mai uscite. Eppure il video che mostra il rigonfiamento di Pique per Shakira, ribattezzato anche “piqueton”, ha fatto il giro del web.

GUARDA I VIDEO HARD DI BELEN E SHAKIRA

In attesa del video bollente, gira anche voce che Shakira e Pique siano prossimi alle nozze e in attesa di un bebè. Lo rivela People secondo il quale i fiori d’arancio potrebbero sbocciare proprio prima del parto. La coppia è da un anno che sta vivendo una bella storia d’amore, molto appassionata.

SCARICA IL VIDEO HARD DI SHAKIRA E PIQUE

Per vedere il video devi aggiornare Adobe Flash Player

Se la gente sapesse come vengono prodotti i loro iPod e i loro iPad

Negli ultimi dieci anni, Apple è diventata una delle aziende più potenti, più ricche e di maggior successo al mondo. Apple e la sua alta tecnologia – così come decine di altre industrie americane – hanno raggiunto un ritmo di innovazione quasi senza pari nella storia moderna.

Tuttavia, secondo le testimonianze dei dipendenti, dei loro difensori e stando ai documenti delle imprese stesse, per costruire iPhone, iPad e altri prodotti, i lavoratori operano spesso in condizioni difficili. I problemi sono vari, ma quelli più seri riguardano la sicurezza. E non è un caso, infatti, che nelle diverse fabbriche cinesi dell’azienda si verifichino degli incidenti mortali.

OPERAIO SUICIDA DELLA FOXCONN FABBRICA APPLE jpegOPERAIO SUICIDA DELLA FOXCONN FABBRICA APPLE jpegOPERAI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLEOPERAI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLE

In alcuni casi i dipendenti lavorano sette giorni su sette e vivono in dormitori affollati. Alcuni dicono di stare talmente tanto tempo in fabbrica da non riuscire a camminare per il gonfiore alle gambe. Fra le altre cose, la Apple si è servita di minorenni e pare che i fornitori dell’azienda abbiano smaltito rifiuti pericolosi illegalmente e falsificato documenti.

Ma la cosa più preoccupante, denunciata da alcuni gruppi di pressione cinesi, è il “disprezzo per i lavoratori”. Due anni fa, 137 lavoratori di un fornitore di Apple in Cina orientale sono rimasti feriti dopo che era stato loro ordinato di usare una sostanza chimica velenosa per pulire schermi degli iPhone.

PROTESTA ALLA FOXCONN FABBRICA APPLEPROTESTA ALLA FOXCONN FABBRICA APPLE IPOD BRUCIA PROTESTE CONTRO FOXCONNIPOD BRUCIA PROTESTE CONTRO FOXCONN

Negli ultimi sette mesi dell’anno scorso, due esplosioni nelle fabbriche iPad, compresa quella a Chengdu, hanno ucciso quattro persone ferendone 77. Prima di quegli incidenti, Apple era stato avvertito delle condizioni pericolose all’interno dello stabilimento di Chengdu.

I dirigenti attuali e quelli passati di Apple, sostengono che l’azienda abbia fatto passi significativi nel migliorare le condizioni nelle proprie fabbriche negli ultimi anni. Apple ha un codice di condotta dei fornitori in materia di lavoro e di sicurezza. L’azienda ha messo in atto una vigorosa campagna di controllo, e quando gli abusi vengono scoperti, assicura Apple, vengono presi provvedimenti.

PROTESTA CONTRO APPLE FABBRICA FOXCONNPROTESTA CONTRO APPLE FABBRICA FOXCONN OPERAI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLEOPERAI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLE

Più della metà dei fornitori controllati da Apple hanno violato almeno uno degli aspetti del codice di condotta ogni anno dal 2007, secondo i rapporti di Apple, e in alcuni casi hanno violato la legge. Anche se tante violazioni riguardano le condizioni di lavoro, piuttosto che la sicurezza, i dati sono comunque preoccupanti.

Pare che internamente all’azienda i dirigenti vogliano impegnarsi per migliorare le condizioni dei lavoratori nelle fabbriche, ma che questo aspetto passi in secondo piano rispetto, ad esempio, alla necessità di consegnare rapidamente i prodotti.

PROTESTA CONTRO I SUICIDI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLEPROTESTA CONTRO I SUICIDI ALLA FOXCONN FABBRICA APPLE PROTESTA ALLA FOXCONN FABBRICA APPLEPROTESTA ALLA FOXCONN FABBRICA APPLE

Il problema è, soprattutto, che trovare nuovi fornitori richiede tempo e soldi. Foxconn è uno dei pochi produttori al mondo in grado di costruire un numero sufficiente di iPhone e iPad per il mercato. Quindi Apple “non lascerà né Foxconn, né la Cina”, ha detto Heather White, un ricercatore di Harvard ed ex membro del Comitato internazionale di monitoraggio Labor Standards presso l’Accademia Nazionale delle Scienze.

I SUICIDI DELLA FABBRICA FOXCONN APPLEI SUICIDI DELLA FABBRICA FOXCONN APPLE

Nel 2010, Steve Jobs discusse i rapporti dell’azienda con i fornitori in una conferenza del settore. “Credo davvero che Apple sia una delle migliori società del settore, e forse di tutti i settori, nel comprendere le condizioni di lavoro nella propria catena di fornitura”, aveva dichiarato Jobs, l’ex amministratore delegato di Apple morto lo scorso ottobre. “Voglio dire, queste fabbriche hanno ristoranti, cinema, ospedali e piscine”.

PROTESTA CONTRO LA FABBRICA FOXCONN APPLE IN CINAPROTESTA CONTRO LA FABBRICA FOXCONN APPLE IN CINA

Sebbene i lavoratori riconoscano l’esistenza di queste strutture, si lamentano delle terribili condizioni in cui sono costretti a operare. “Stiamo cercando davvero di rendere le cose migliori”, dice un ex dirigente di Apple. “Ma la gente sarebbe molto turbata se vedesse da dove viene il suo iPhone”.

PROTESTA CONTRO FOXCONN APPLEPROTESTA CONTRO FOXCONN APPLE

APPLE SUPERA EXXON PER CAPITALIZZAZIONE MERCATO: È PRIMA SOCIETÀ USA
(LaPresse/AP) – Apple ha superato Exxon per capitalizzazione di mercato, diventando la prima società degli Stati Uniti per valore. All’avvio degli scambi a Wall Street le azioni Apple hanno guadagnato circa il 7% portando il valore del gruppo a 448,79 miliardi di dollari, contro un ribasso dell’1% di Exxon la cui capitalizzazione di mercato si aggira intorno a 413 miliardi di dollari. Il risultato arriva dopo una trimestrale da record della società di Cupertino, diffusa ieri. È la seconda volta che Apple sorpassa Exxon, in testa dal 2005. Il primo sorpasso era avvenuto ad agosto, ma poi Apple era tornata in seconda posizione.

Megaupload chiuso. Arrestato dall’FBI il fondatore.

La procura federale ha chiuso il maggior servizio mondiale di streaming e file sharing su internet, Megaupload.com, e ha condannato il proprietario e altri membri dello staff per violazione delle leggi di pirateria.

Come riporta The Associated Press, l’accusa rivolta alla compagnia è di costare oltre 500 milioni di dollari per gli introiti persi dalla mancata vendita di film ed altri contenuti. Lo stato di accusa è stato aperto dopo che il giorno prima diversi siti sono stati sospesi in segno di protesta, in seguito a due proposte del congresso che ostacolerebbero la pirateria online di programmi TV e film.

La ragazza con due vagine è contenta e fiera della sua diversità

Una volta si diceva che erano scherzi della natura. Ma Hazel Jones, 27enne inglese, è così orgogliosa di avere due uteri, due vagine e due cervici da raccontare la sua particolare conformazione fisica ad ITv1, una delle emittenti televisive più seguite in Regno Unito.

La ragazza non si nasconde e si dice fiera della sua particolarità rarissima, riscontrabile in un caso su un milione, “Appena l’ho scoperto l’ho detto a tutti! E’ stato fantastico ed è utilissimo per rompere il ghiaccio nelle feste”. Se qualcuno di dimostra dubbioso niente paura “può controllare, mi piace mostrare a tutti le mie parti intime”. Hazel ha raccontato che i primi dubbi li ha avuti quando, durante i primi cicli mestruali, provava dolori più forti rispetto alle coetanee. Ma solo a 18 anni si è resa conto della sua diversità, ovvero quando il suo primo ragazzo le disse che era diversa dalle fidanzate avute prima da lui. Una diversità che l’ha portata ad avere una vita sessuale differente dalle altre ragazze “Ho perso la verginità due volte dal momento che avevo due imeni”. La ragazza ha raccontato senza imbarazzo tutta la sua storia aggiungendo di aver rifiutato più volte un intervento chirurgico.