Restoration, recuperare file cancellati anche da supporti USB

restoration_screen

Di sicuro vi sarà capitato di eliminare un file e di aver, anche, svuotato il cestino e accorgervi, subito dopo, che il file vi serviva come il pane poichè conteneva informazioni basilari. Come saprete,Windows non ha realmente cancellato il file, ma solo liberato lo spazio che il file stesso occupava, poichè la vera cancellazione arriva quando il sistema operativo scrive altre informazioni nello spazio occupato in precedenza dal file. Pertanto, agendo subito, c’è possibilità di recuperare le informazioni cancellate per errore.

Restoration è un semplice tool anche molto semplice da usare per ripristinare i file cancellati su Windows. Oltre al classico disco rigido del vostro PC, questa comoda utility riesce a recuperare file anche su schede o drive Flash.

L’interfaccia è davvero molto scarna ed è anche possibile effettuare una scansione dell’intero disco scegliendolo dal menu a tendina. Per velocizzare potete inserire nel box il tipo di file da recuperare, ad esempio exe, jpg, txt ecc. Conclusa la scansione vi saranno mostrati tutti i file di cui è possibile il recupero anche se il programma prevede anche la possibilità di recuperare file danneggiati o corrotti in parte.

Il software è gratuito, leggero e supporta il file system FAT oltre quello NTFS. Pertanto è ultracomodo per recuperare le immagini cancellate per errore dalle memorie delle fotocamere digitali.

Mad Ringtones, servizio gratuito per creare suonerie e non solo

madringtones

Eccovi un classico servizio tuttofare molto utile e simpatico soprattutto per coloro che spesso vogliono creare nuove suonerie per il loro cellulare.

Si chiama Mad Ringtones (gratuito e senza alcuna registrazione) servizio che consente anche di effettuare ulteriori operazioni come convertire video di YouTube in MP3 e tagliare parti di MP3. In pratica, potrete caricare i vostri brani preferiti che avete sul PC (oppure brani già presenti sul web indicando semplicemente la URL) o video di YouTube e tagliare solo le parti che vi interessano per creare la suoneria per il cellulare.

Se proprio non avete voglia e tempo per creare la suoneria ne trovate, comunque, oltre 300.000 già presenti nel sito da scaricare. Tutte rigorosamente suddivise per genere musicale con tanto di informazioni su artista, durata, bitrate, dimensione e data in cui è stata messa sul sito.

Il processo di creazione prevede, riassumendo, la scelta del brano. Una volta caricato sul sito ci sarà presentato un editor con una linea del tempo e le frequenze del brano.

madringtones_2

Possiamo, pertanto, scegliere solo la parte che ci interessa (possibilità anche di unire diverse sezioni del brano oppure sfumare) e le parti evidenziate più in scuro faranno parte della suoneria finale.  Infine salviamo il tutto potendo anche aggiungere informazioni al file e scaricando la suoneria in 4 formati MP3, AMR, OGG e M4R.

SocialFollow, tutti i social network in un pulsante

socialfollow_logo

Ci sono svariati metodi per portare visite sul nostro blog soprattutto se trattasi di un ‘neonato’ e lo vogliamo far conoscere al popolo del web. Pubblicizzare e pubblicare un articolo nei vari Social Network più famosi è, senza dubbio, uno dei metodi migliori e che porta i risultati concreti.

Ecco perchè, se ancora non lo avete fatto, vi consiglio SocialFollow, un ottimo servizio che vi mette a disposizione un bottone da personalizzare che potrete, infine, inserire nel vostro blog.

In tal modo sarete facilmente seguiti nei social media tra i più noti come Facebook, Twitter, Myspace, YouTube, LinkedIn e simili. L’utilizzo e le impostazioni sono davvero facili. Vi occorre solo registrasi in modo gratuito e inserire i link dei vostri ‘profili sociali’. Quindi copiate il codice che viene generato per incollarlo nello spazio migliore del vostro blog e il gioco è fatto.

SocialFollow

Quando un utente passerà con il mouse sopra al widget creato, si aprirà un menù a tendina per consentire all’utente di sottoscrivere le vostre reti sociali. Il vostro blog sarà, senza dubbio, molto più popolare.

AntiSpamBee, valida alternativa ad Akismet contro lo spam

antispambee

Inutile dirvi e sottolinearvi quanto sia fastidioso (per usare termini decorosi) per chi amministra un blog avere a che fare quotidianamente con lo spam. Commenti utili si mischiano e confondono spesso con Viagra e altri medicinali simili che vanno cancellati a mano con notevole perdita di tempo. Davvero una piaga del web senza possibilità di scampo.

AntiSpamBee è un bel plugin gratuito che lavora in automatico per noi identificando e cancella (se vogliamo) i commenti di spam che arrivano sul nostro blog. Logicamente molti di voi utilizzano Akismet, considerato il miglior antispam per WordPress. Avere un’alternativa, a volte, non è male per molti motivi. Per Akismet, comunque, a differenza di AntiSpamBee dovete avere un API Key relativa e questo plugin si appoggia, inoltre, su server esterni inviando ogni volta i dati all’esterno.

Anche AntiSpamBee sembra comportarsi davvero bene sulla prevenzione dello spam e potete effettuare un periodo di test prima di prendere una decisione definitiva. In fin dei conti spesso i plugin sono molto soggettivi e, a parità di affidabilità, suscitano più o meno apprezzamento da utente ad utente. Se volete provarlo non vi resta che scaricarlo da qui.

CrashPlan, realizzare backup e salvarli su varie destinazioni

crashplan

Il servizio che tratterò in questo post solo fino a poco tempo fa offriva solo soluzioni a pagamento, ma il servizio offerto era davvero notevole. Ora è gratuito e consente di realizzare in modo del tutto automatico delle copie di sicurezza dei nostri file. Si chiama CrashPlan..

La novità interessante è poter scegliere dove salvare il backup effettuato, scegliendo fra il nostro PC o quello di un amico-collega oppure direttamente su pendrive USB. Come detto queste opzioni sono gratuite, mentre, se vogliamo salvare il tutto nei server del sito, ci sono varie opzioni ma tutte a pagamento.

Per sfruttare il servizio occorre solo scaricare una applicazione (disponibile per Windows, Linux e Mac) dove effettuerete la scelta di destinazione del backup, quali file da salvare e anche la possibilità di ricevere notifiche sul corretto backup effettuato via email o Twitter. Se scegliete l’opzione di salvare il backup su PC diversi dovrete anche stabilire quanto spazio dare su ognuno e avrete un codice di autorizzazione per salvaguardare i file che saranno, così, totalmente al sicuro.

Un servizio davvero ottimo e utile.

Bwin Poker entra in coma… la rivolta degli utenti!

bwin_poker_coma

18:30 del 25 Giugno, Bwin Poker entra in coma e il server impazza con troppi problemi tecnici. Chi si iscrive ai Sit & Go ed ai tornei programmati vede scalare i propri soldi dal conto Bwin, ma non la finestra con il tavolo da gioco non spunta. La rivolta degli utenti, in chat, con i moderatori che non sanno letteralmente che fare. C’è chi parla di un virus nel sistema, chi di una grande truffa (esclusa considerando che Bwin è monitorata da AAMS) e intanto il server, entrato in crash, dicono “chiuderà tra 5 minuti” e invece, alle 19:50, ancora disservizi con tornei che vanno avanti senza giocatori.

bwin_poker_error

C’è chi vince senza giocare e chi perde senza sedersi ai tavoli, tavoli che si aprono senza giocatori, senza chips o con giocatori mancanti… una rivolta totale in cui la gente richiede un rimborso (forse previsto per le 10 di domani) e minaccia di lasciare il servizio. Bwin risponde chiedendo ora esatta dell’iscrizione al torneo, ma nessuno sembra prendere le redini del carro con dei moderatori – scusa Bwin – incompetenti forse per la troppa confusione in chat. Cosa sta succedendo? Perchè non sospendere momentaneamente il servizio? Perchè da 20 minuti la chat è abbandonata a se stessa senza moderatori?

bwin_poker_chatbwin_poker_chat_2bwin_poker_chat

iPhone 3G S, un milione di vendite in 3 giorni

Si è sentito il suo influsso, eccome! Sembra aver portato bene il ritorno in sella di Steve Jobs (dopo, si dice, trapianto di fegato) tanto è che l’ultima sua creazione di iPhone 3G S è stato venduto un milione di volte in tre giorni (da venerdì 19 a domenica 21 giugno). L’incredibile mole di esemplari venduti in 72 ore è l’ennesima dimostrazione di successo di Apple e del suo condottiero Steve.

Nel frattempo, come se non bastasse, da noi,  iPhone Apple festeggia i più di 6 milioni di download di iPhone Os 3.0, l’ultima versione del sistema operativo per i melafonini.

Il famigerato firmware 3.0, va precisato, può essere installato su tutte le edizioni di iPhone. In tal modo si possono introdurre anche sui modelli meno recenti alcune delle migliori caratteristiche di quelli nuovi.

Per Apple si tratta di un successo sul successo e, inoltre, l’iPhone 3G S è stato finora presentato solo in otto nazioni (Usa, Canada, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Svizzera e Italia) e a breve sarà commercializzato anche negli altri sessanta Paesi nel mondo.

Twicsy, ricercare splendide e suggestive immagini su Twitter

twicsy

Come avrete notato sono sempre più frequenti i post dedicati a Twitter che ormai sta diventando rapidamente un mezzo di comunicazione sul web tra i più significativi ed utilizzati. Twitter, ho scoperto, è pieno di servizi (non tutti con lo stesso successo) che linkano direttamente ad immagini condivise in tempo reale.

Twicsy è uno tra i più completi poichè è collegato ad altri due servizi altrettanto noti: TwitPic e yFrog. Con un’interfaccia semplice e intuitiva, il servizio ci mostra una pagina delle ultime immagini condivise in tempo reale sulla famosa piattaforma di lifestreaming. Passandoci con il cursore del vostro mouse, le thumbnail vengono allargate a destra mostrando un’anteprima più grande. Tramite semplice click arriverete diretti all’immagine.

Twicsy non utilizza API di Twitter essendo un metamotore che indicizza le immagini da solo. Riesce a trovare immagini in base alla rilevanza dei termini e alla data di immissione. Logicamente è letteralmente preso d’assalto (tramite termine di ricerca iranelection) in questo periodo di censura web in Iran. Davvero una nuova e sorprendente maniera di interpretare il web.