Template4All: Centinaia di template CMS disponibili gratis

Spesso quando si vuole creare un blog si ha il dilemma esistenziale di quale template scegliere. E magari dopo aver scelto quello che più fa al caso nostro ecco che scopriamo essere a pagamento. Ecco che voglio darvi un consiglio prima di disperare: Template4All! è un sito molto ricco di template già pronti da sfruttare per il vostro sito nascente oppure per cambiare un tema che vi ha già stancato.

Template4All ospita davvero una grande quantità di template, disponibili per il download, per tutti i gusti e le esigenze. Sono tutti gratuiti e disponibili per i più svariati CMS o anche per siti senza piattaforma di riferimento. Non occorre registrazione e per avere a disposizione immediata un tema che vi è piaciuto dovete solo cliccare sulla scritta “Download” ed il gioco è fatto. Il sito (iscrivetevi al feed per restare sempre aggiornati) funge anche da community per commentare e votare i temi.

Se cercate altri siti che raccolgono template provate TemplatesFeed.com, DoTemplate (Per crearne online) o leggete questo articolo con più di 40 siti ove trovar temi per WordPress.

Anche Excel ha la sua falla

microsoft-excel-2007.jpg

Dopo aver denunciato una pericolosa falla per Acrobat Reader eccone subito un’altra che riguarda uno dei tool più utilizzati della suite Office. Milioni, quindi, gli utenti in stato di allerta. Microsoft ha rilasciato un bollettino di sicurezza dove annuncia di aver scoperto una vulnerabilità in Excel che potrebbe portare ad eseguire codice da remoto. Attenzione soprattutto a file Excel ricevuti via mail poichè sono esposti al rischio che un trojan si insinui. Soprattutto porre attenzione a file sospetti che vi giungono da contatti poco conosciuti.

Logicamente in casa Microsoft c’è fermeto per capire le cause della situazione e mettere in piedi una patch subito prima che il trojan mieta vittime per il mondo. Al momento, il numero degli attacchi è limitato e i colpiti si sono trovati una backdoor e un malware in ascolto sulla porta 80 del loro PC. Per McAfee il trojan si chiama Exploit-MSExcel.r mentre la backdoor relativa è stata chiamata BackDoor_DUE. I tool Excel vulnerabili vanno dalla versione Excel 2000 fino alla 2007 per Windows mentre tutte le versioni 2004 e 2008 per Mac (anche l’Excel Viewer).

iKill: Prevenire il contagio di virus da dispositivi removibili

Pendrive USB, hard disk, fotocamere, lettori MP3 sono tra i dispositivi più utilizzati attualmente, ma purtroppo sono anche tra i più sfruttati mezzi per veicolare virus, malware, trojan e altri software malevoli di vario tipo. Per evitare il contagio, allora, è basilare munirsi non solo di un buon antivirus, ma anche di uno strumento come iKill che vado a presentarvi.

ikill_12

Questo utilissimo software gratuito è in grado, in autonomia, di individuare e, soprattutto, prevenire l’installazione di ogni tipologia di virus dai vari dispositivi removibili tramite USB. Leggerissimo (pesa solo 4 MB sulla memoria RAM), funziona su Windows 98, 2000, XP, 2003, Vista ed è una utility importante soprattutto per chi utilizza spesso (e su vari dispositivi) pendrive USB.

Per farlo funzionare occorre avere nel sistema il .Net Framework 2.0 di Microsoft e può funzionare sia in modalità automatica, ossia cancella immediatamente tutti i virus trovati, e sia in una che richiede l’autorizzazione all’utente per compiere l’operazione suddette e che può risultare utile in caso di falsi positivi. Non è ingombrante e, vi assicuro, ha salvato più volte la vita del mio PC.

Il sito di iKill potrebbe essere segnalato come maligno da WOT perchè “eredita” la reputazione di FileAve.com

Soonr: Consultare e leggere i documenti sull’iPhone

soonr_iphone

Aumentano di giorno in giorno i possessori di iPhone e quindi occorre concedere spazio sempre maggiore alle applicazioni disponibili per l’innovativo mobile targato Apple. Per coloro che sono soliti leggere documenti di vario formato sul cellulare esiste una applicazione molto valida per leggere ed aprire alcuni tipologie di file dal nostro cellulare di nuova generazione.

Soonr permette velocemente di accedere ai vostri dati ovunque sia presente una connessione web. Installate l’applicazione su iPhone e scaricate la corrispondente versione per PC da qui. Quindi occorre scegliere i files che si vogliono sincronizzare con i server di Soonr cosicchè, dopo che sono stati salvati su questi server, li avremo sempre aggiornati pur leggendoli su iPhone (anche dopo averli modificati). Si possono consultare 40 tipi di file e abbiamo a disposizione 500 MB di spazio, ma ancora non è possibile modificarli direttamente da iPhone (forse in un prossimo futuro).

In pratica sul nostro iPhone potrete facilmente accedere ai vostri files in qualunque momento e tramite una funzione di auto-backup avrete la garanzia di salvataggi automatici dopo ogni vostra modifica fatta dal PC. Se volete vedere meglio il funzionamento eccovi un video dimostrativo:

Entro il 2011 ci sarà la saturazione degli indirizzi IP?

indirizzi_ip

In occasione del seminario su “Internet del futuro” di pochi giorni fà Roberto Gaetano, vice presidente del Cda dell’ICANN, ha sottolineato in modo preoccupante un concetto già più volte ribadito: entro il 2011 ci sarà una saturazione tale di indirizzi web che il limite dei 4 miliardi di indirizzi verrà raggiunto.

La crescita esponenziale degli utenti sul web è un fatto appurato e il protocollo IPv4 (in vigore dal 1981!) sembra non poter più contenere tutte le richieste di IP. Spesso come soluzione al problema si è invocata l’introduzione del protocollo IPv6 che avrebbe una gestione di indirizzi molto più ampia poichè il numero sarebbe pari a circa 3,4 × 1038 unità. Infatti l’IPv6 utilizza 128 bit per indirizzo, contro i 32 dell’attuale IPv4.

Inutile sottolineare come il passaggio da un protocollo all’altro sarà una fase delicatissima e lo stesso Nigel Titley, presidente dell’organismo europeo per la gestione dei domini europei di Internet, ha dichiarato che IPv6 sarebbe introdotto solo per risolvere il problema della saturazione e poco altro senza portare palesi benefici agli ISP, che quindi, non spingono certo in questa direzione per il momento.

eMule 0.49c: Ecco le novità dell’ultima versione del noto client

emule_250

Recentemente è stata rilasciata una nuova versione relativa al programma di File Sharing più diffuso, eMule. La nuova versione 0.49c porta degli utili miglioramenti tra cui spicca la capacità di condividere e “scondividere” ogni singolo file, anziché solo cartelle, anche con l’aiuto del Drag & Drop. Tramite eMule sarà possibile vedere i dettagli dei contenuti dei file ISO in download (menù dettagli > contenuto) ed avere un’anteprima degli archivi compressi in formato RAR.

Nuove caratteristiche per quanto riguarda il supporto sicurezza, sia in Windows Vista sia parzialmente anche in XP: Un client più sicuro quindi (Appoggiandosi alle funzioni Windows “Heap Corruption Detection”, “Address Space Layout Randomization” e “Data Execution Prevention”), ma anche più efficiente. Da segnalare il recupero automatico dei file part.met corrotti utilizzando i relativi backup (part.met.bak).

Anche la rete KAD ha subito delle modifiche, ora più performante ed efficiente: Da evidenziare l’automatica riorganizzazione delle parole chiave, e la nuova funzionalità che evita la frammentazione dei pacchetti UDP (il che rende eMule più compatibile con i firewall zelanti) .

Migliorato anche UPnP con un “ri-aggiornando le mappature”. E’ stato inoltre aggiunto il supporto al webserver e sono stati risolti piccoli bug presenti nella versione precedente. Altre info sulla nuova versione e sui suoi cambiamenti presso il sito ufficiale.

Si ringrazia Floy00 per l’invio dell’articolo.

Gazup!: Caricare un file su vari siti di hosting con un solo click

gazup_1

Lo sviluppo di servizi come Rapidshare, Megaupload, MediaFire e simili permettono la condivisione rapida di file rendendo, a volte, quasi inutile l’utilizzo di un programma specifico come eMule poichè basta solo un browser e una connessione Internet decente.

Purtroppo spesso c’è un limite di download per gli account gratuiti così molti scelgono di caricare i file su più servizi. Questo però risulta un processo davvero molto lento. Ecco quindi che ci viene in aiuto Gazup! rendendo il tutto molto snello e veloce.

gazup_2

Questo servizio consente di caricare i file su diversi hosting in una sola volta e tramite un unico punto di accesso comune. In pratica il file da condividere sarà caricato sul server di Gazup!, che provvede da solo a crera copie sugli altri server così da evitarci di ripetere la stessa azione una dozzina di volte. Inoltre con Gazup! possiamo anche trasferire i file caricati su Rapidshare su altri server: Non occorre creare un account per utilizzare il servizio anche se, facendolo, sarà poi possibile sfruttare opzioni aggiuntive come recuperare i link dei file caricati anche in secondo momento.

Un servizio simile a Gazup! è offerto da UploadJockey & FileDucky

gazup_3