Per Google tutti i siti arrecano danni ai computer

google_errore_1

Probabilmente avranno impostato male l’intero sistema di protezione per i navigatori del web, ma rimane il fatto che Google ha segnalato come potenzialmente dannosi tutti i siti del World Wide Web. Partendo da siti come Wikipedia, YouTube, Windows Live e per lo stesso Google, l’errore è il medesimo.

Basta effettuare qualsiasi ricerca sul noto motore di ricerca per visualizzare la stringa “Questo sito potrebbe arrecare danni al tuo computer” sotto ogni risultato evidenziato. Cliccando sull’avviso, l’errore 502 collegato al server, fa subito notare come Big G abbia sbagliato qualcosa…

Ma il problema è un altro: Se si clicca in qualsiasi risultato Google blocca l’ingresso a qualsiasi sito con un avviso Malware. Google è momentaneamente fermo, mentre non soffrono del problema gli altri motori di ricerca “powered by Google” come Arianna… Da non credere!

google_errore_2

Clickjacking, un fenomeno serio che coinvolge molti browser

mousegest

Ormai se ne ha la certezza: tutti i browser sono vulnerabili al clickjacking (la redirezione non richiesta dei click del mouse che si effettuano su un link web verso una destinazione differente da quella attesa, che può avere anche scopi fraudolenti). E’ un problema tornato attuale da quando Internet Explorer 8 ne è sembrato immune. E gli altri browser?

Aditya Sood, ricercatore nel campo della sicurezza per SecNiche, ha scoperto ed evidenziato che Chrome (almeno fino alla versione 1.0.154.43) presenta un bug che lo rende vulnerabile proprio a questo fenomeno. Ma il browser targato Google non è solo poichè la Nishad Herath, Ceo dell’australiana Novologica, ha testato e scoperto che anche Firefox 3.0.5 è affetto dallo stesso problema.

Per Internet Explorer 8 e Opera sembra, invece, che non siano affetti da questo problema non da sottovalutare. Si assicura dal web che Google sta lavorando a una patch pur sostenendo che il bug non è ancora stato sfruttato ma il pericolo è davvero da prendere seriamente: tale vulnerabilità porterebbe l’utente ignaro a compiere un’azione rischiosa. Quando se ne accorge potrebbe essere troppo tardi e il malware avrebbe già compiuto i suoi danni!

Da Linux a Windows Xp sui mini-portatili usando una SD

SD da 1GB

Avete acquistato un mini-portatile con Linux e volete passare a Windows? Ecco un semplice trucco…
Per prima cosa è bene controllare se ci siano le condizioni per procedere. A iniziare dalla Ram: meglio avere almeno 1 GB di memoria per Windows Xp.

Poi bisogna considerare le dimensioni del disco fisso. Una unità da 8 GB è il minimo per installare anche le applicazioni e per riservare almeno un gigabyte per i file e i documenti personali.

Recuperate i driver per il vostro notebook. I vari modelli disponibili con Linux e Windows. Basterà prelevare i driver destinati a quest’ultimo.

Infine, non vi rimane che dotarvi di una copia del sistema operativo di Microsoft: non la Professional perché è un po’ pesante. Molto meglio la Home Edition. Non dimenticate che vi serve un lettore Cd o Dvd di tipo Usb per avviare l’installazione di Windows.

E, non da ultimo, fate il backup dei vostri dati prima di iniziare con la procedura!

Per procedere alla sostituzione di Linux con Xp Home Edition è necessario ricorrere a un lettore ottico esterno Usb connesso al notebook, di cui vi tralascio i tipici passaggi per una qualsiasi installazione di Windows. Comunque sia il lettore ottico esterno non è l’unica unità e soluzione per installare Windows XP: vi basta avere una Sd da 1GB.

Leggi tutto “Da Linux a Windows Xp sui mini-portatili usando una SD”

TimeComX: Accendi e spegni il tuo PC all’ora che desideri

timecomx

In tempi in cui si va di fretta per giornate piene di impegni potrebbe risultare utile e comodo programmare un riavvio, oppure uno spegnimento del vostro PC quando non ci siete oppure ci siete, ma desiderate essere avvertiti. L’utility che sto per presentarvi vi tornerà sicuramente di aiuto prezioso tanto che difficilmente ne potrete fare a meno dopo averla provata.

TimeComX è un’applicazione gratuita che vi consente di schedulare precisamente il riavvio, la sospensione e lo spegnimento del vostro computer. In pratica, scegliete una determinata ora per far accendere o spegnere il PC oppure potrete anche lanciare un file audio Mp3 che funga da allarme/sveglia sempre impostando ora e minuti.

Il tool (molto leggero peraltro) è di semplice utilizzo, non necessita di installazione e dimostra precisione assoluta. Inoltre resterà in background sul vostro schermo così potrete (se volete) anche informarvi circa lo stato del “conto alla rovescia” per un eventuale shut-down del PC (Vista compreso). Insomma tutto quello che fa per chi deve scandire il tempo delle sue giornate!

Conosci PeterAnswers? Il sito che indovina tutto!

peter_answers_3

Questa volta non parliamo di un sito come 20Q, che indovinava realmente ciò che pensavate, ma andiamo ad analizzare il sito PeterAnswers, l’indovino del web con la truffa sotto. Per avere l’effetto desiderato procuratevi un parente, un amico, un collega. Scontato dire che ciò che leggerete qui è altamente segreto, quindi, quando vi chiederanno “ma come hai fatto?” non una parola. Quando farete questo trick ricordate di non farlo più di 2/3 volte sennò tutto il trucco verrà scoperto. Se proprio non riuscite a tenere per voi il segreto.. dite al vostro amico di cercare su UploadsBlog.

Leggi tutto “Conosci PeterAnswers? Il sito che indovina tutto!”

Vertor: Controlliamo se un torrent è valido prima del download

vertor_1

Se amate scaricare Torrent sicuramente, almeno una volta, vi sarà capitato di scaricare un file fake, non valido, con bassa qualità o che non corrisponde al vero nome presente nel file Torrent stesso. E sì, questo è probabilmente uno dei maggiori problemi che affliggono i P2P-downloader. Mettere in coda un file, lasciando il computer acceso, per poi scoprire di aver scaricato qualcosa che, in realtà, non ci interessava affatto.

Oggi andremo a risolvere questo problema controllando la qualità di un file Torrent prima del download. Per far questo ci appoggeremo al nuovissimo servizio Vertor, un sito che scansiona i maggiori traker per analizzarne i file.

Leggi tutto “Vertor: Controlliamo se un torrent è valido prima del download”

Rilasciato KDE 4.2 – Nome in codice: “The Answer”

deskkde42

Come anticipato è stato puntualmente rilasciato KDE 4.2, interessante il nome in codice usato: “La Risposta“. In effetti se fino a pochi mesi fa KDE4 era consigliato prettamente per gli utenti esperti o smanettoni, con questo rilascio siamo giunti a un livello di usabilità e affidabilità degno di nota ed è decisamente pronto per tutti gli utenti finali.

Riassumiamo in breve le migliorie di KDE 4.2 rispetto a KDE 4.1: Leggi tutto “Rilasciato KDE 4.2 – Nome in codice: “The Answer””

ImagePrinter: Convertire documenti di testo in immagine

imageprinter_1

Avete necessità di convertire dei documenti in formato immagine? Vi occorre convertire un file doc o txt automaticamente in un file BMP, PNG, JPG, TIFF o PDF per stamparlo o meno? Non è una necessità così remota e per questo vi segnalo un tool (open source) che fa proprio quanto descritto in precedenza: ImagePrinter. Con questa applicazione potete convertire qualsiasi documento in uno dei formati immagine più conosciuti e stamparlo.

imageprinter_2

Come funziona il tutto? In pratica ImagePrinter installa una stampante virtuale sul vostro PC e poi resta autonomo poichè non richiede nessun intervento utente in fase di installazione. Unico settaggio è che occorre solo scegliere dalle Opzioni quale formato desiderate in output (ricordate di cambiare la directory di destinazione perchè altrimenti il vostro output lo troverete in C:\). Poi, qualora vogliate stamparlo, recatevi sul Pannello di Controllo, selezionate “ImagePrinter” come Stampante di Default, tornate al documento che vi interessa in particolare, apriatelo e selezionate il pulsante Stampa: i documenti verranno convertiti immediatamente in immagini. Facile, veloce e pratico in poche parole!